Le stampanti e i consumabili: come bisogna scegliere?

inchiostri cartucce

Le stampanti e i consumabili: come bisogna scegliere?

La sostituzione dei consumabili per le stampanti pone sempre diversi interrogativi, tanto in termini di costo quanto in ragione del livello qualitativo o delle performance assicurate dalle periferiche.

I consumabili per le stampanti: tutti i tipi disponibili

Le periferiche di stampa laser, a getto d’inchiostro o ad aghi – per quanto possano sembrare superate, in alcuni ambiti sono ancora utilizzate regolarmente – implicano l’acquisto regolare di toner e cartucce, proprio perché a cadenza regolare questi consumabili si esauriscono. Tuttavia, scegliere di acquistare gli inchiostri per le cartucce ricaricabili per le stampanti Epson oppure dei toner originali, è una questione che implica tutta una serie di considerazioni ben precise, tenendo conto per esempio della convenienza, o ancora, dell’affidabilità e della qualità assicurate dai rispettivi prodotti.

Non bisogna del resto dimenticarsi di considerare attentamente quelle che sono le peculiarità di ogni consumabile: i toner per le stampanti laser, ad esempio, hanno indubbiamente un prezzo di acquisto che risulta essere sensibilmente superiore rispetto a quello di una semplice cartuccia di inchiostro nero. Però, allo stesso momento, non si può negare il fatto che questo consumabile ha una durata nettamente più lunga rispetto ad una cartuccia per una macchina inkjet, e questo aspetto non si può non considerare attentamente, anche in termini di quantità di pagine stampate e di autonomia di stampa.

La domanda, in questo senso, può quindi essere incentrata sulla tipologia di consumabile che si potrebbe preferire comprare: a questo proposito, potrebbe essere meglio scegliere un prodotto originale, oppure, uno compatibile o uno rigenerato? Ad un quesito di questo genere si può rispondere in modo differente, anche a seconda delle proprie esigenze o preferenze: ma in ogni caso, è sempre bene fare una valutazione puntuale dei punti a favore – o a sfavore – di un certo genere di scelta rispetto ad un altro.

Le cartucce originali sono sempre la scelta ideale?

Se voleste assolutamente utilizzare la vostra periferica di stampa senza alcun tipo di problema, fosse anche teorico – come per esempio un eventuale mancato riconoscimento del consumabile da parte del device – allora probabilmente potreste pensare che le cartucce originali rappresentino sempre e comunque la migliore scelta da fare per i vostri acquisti. Progettate e prodotte direttamente dallo stesso fornitore della periferica di stampa, pensate per assicurare in questo senso un servizio di alta qualità e sempre affidabile, queste cartucce sono spesso preferite da coloro i quali non vogliono nemmeno immaginare di avere dei problemi di compatibilità tra consumabile e hardware.

In caso di malfunzionamenti, d’altro canto, la garanzia di assenza di difetti di fabbricazione assicura la sostituzione del consumabile senza troppe difficoltà: ed anche questo aspetto gioca un ruolo importante, nella scelta delle cartucce o dei toner da utilizzare per le apparecchiature di stampa in ufficio. La riproduzione fedele dei colori – assicurata da inchiostri o polveri di alta qualità – è spesso un’altra motivazione in base alla quale si decide di acquistare un prodotto consumabile originale anziché uno compatibile o rigenerato, soprattutto in ambito professionale: tuttavia, anche la differenza in termini di costo è un argomento che non può non essere considerato attentamente.

I consumabili rigenerati o consumabili: quali sono i migliori?

Gli utenti che non hanno esigenze particolarmente elevati in termini di riproduzione cromatica assolutamente perfetta o, ancora, che sono pronti a sacrificare una seppure quasi impercettibile differenza in termini qualitativi della stampa in nome di una maggiore convenienza, spesso, potrebbero scegliere di comprare dei consumabili compatibili o rigenerati per le proprie stampanti. La prima tipologia di cartucce e toner si contraddistingue per assicurare un buon compromesso tra qualità e prezzo: questi consumabili prodotti da terze parti, solitamente, andrebbero scelti valutando bene le garanzie offerte dai singoli brand relativamente ad eventuali difficoltà nel riconoscimento della cartuccia dalla periferica di stampa.

I toner e le cartucce rigenerati, invece, sono spesso una soluzione ecologica e conveniente per mantenere stampanti laser e inkjet perfettamente funzionanti: anche in questo caso, è importante scegliere un fornitore che possa offrire delle garanzie di un certo tipo circa l’effettiva usabilità di questi prodotti sulle vostre periferiche di stampa.