Autore: Marco

trading

Approcciare al mondo del trading: i consigli per investire consapevolmente da neofiti

Complice la forte perdita di appeal del settore immobiliare, causata in primis dall’elevata tassazione sulle case non adibite a residenza principale, oltre al significativo aumento del rischio locativo, negli ultimi quindici anni la modalità d’investimento prediletta dagli italiani è, senza alcun dubbio, quella inerente al mondo finanziario.

In questo segmento, a differenza del “mattone”, è possibile investire senza impiegare una somma significativa: spesso, infatti, si può approcciare a questo mondo con una somma modesta. Anzi, a detta di alcuni, quando ci si affaccia per la prima volta nel mondo finanziario, sarebbe buona norma, anche se si disponesse di somme ingenti, investire una cifra contenuta.

Prima di investire, è buona norma avere ben chiari i propri obiettivi e il tempo nel quale realizzarli

Ogni risparmiatore, infatti, dovrebbe capire come si impara a investire i propri soldi nel mondo finanziario, al fine di operare in quest’ambito consapevolmente. In finanza, d’altro canto, l’improvvisazione paga solo di rado: i “maghi” della finanza, come la storia insegna, hanno vita breve. Chi riesce ad ottenere risultati, invece, è perché opera con cognizione di causa e dedica una piccola parte del proprio tempo quotidiano ai propri risparmi.

Il primo passo indispensabile, in tal senso, è avere ben chiari quali siano i propri obiettivi di investimento, tradotto in parole semplici “le aspettative di rendimento”, e in quale orizzonte temporale raggiungerli. In questo caso, è bene ricordare un concetto cardine della finanza: elevate aspettative di rendimento, implicano l’accettazione da parte dell’investitore di un rischio maggiore.

Ogni asset, come noto, fa storia a sé: il comparto obbligazionario, ad esempio, è di norma meno rischioso rispetto a quello azionario, anche se alcuni settori dello stesso, come l’High Yield, non possono essere certo derubricati alla sezione “basso rischio”. Oltre agli obiettivi, di conseguenza, chi si affaccia per la prima volta ai mercati deve tenere ben presente che tipologia di rischio assumersi.

Nell’attuale contesto, con i titoli “free-risk” che non rendono alcunché e il trend è destinato a proseguire ancora a lungo, è indispensabile accettare un po’ di rischio, anche minimo, per vedere rivalutati i propri soldi. Grazie ad Internet, oltretutto, è possibile approcciare al mondo finanziario ed imparare i segreti per investire in rete grazie al trading online, un fenomeno, quest’ultimo, che aumenta costantemente col passare del tempo.

Come imparare a fare trading grazie alla rete telematica

La rete, infatti, offre, spesso gratuitamente, dei corsi di trading ai quali chiunque, grazie all’utilizzo di una terminologia semplice e di facile comprensione, può accedere ad operare nel mondo del trading online in maniera maggiormente consapevole. In tal senso, il primo step è costituito dalla scelta di un broker serio ed affidabile, che sia in grado di offrire un servizio trasparente e sicuro.

Anche il mondo finanziario, così come qualsiasi altro settore, è esposto alle bufale via web: diffidare sempre, senza alcun tentennamento, di chi paventa la possibilità di ottenere alti rendimenti senza dover sopportare alcun rischio. I portali professionali, infatti, mettono in guardia gli utenti sugli eventuali rischi da sopportare quando si fa trading, che resta, comunque, un mondo ricco di opportunità.

Grazie ad Internet, infatti, i risparmiatori hanno la possibilità di investire in un numero ampio di asset finanziari, alcuni dei quali, oltretutto, accessibili solo tramite la grande rete telematica. E’ il caso, ad esempio, del Forex e delle Criptovalute, che devono la loro popolarità, sempre più elevata col passare del tempo, grazie al web.

Questa pluralità di opportunità, ben si abbina con un concetto cardine della cultura finanziaria: la diversificazione. I neofiti del trading online, infatti, devono essere consci che investire in un unico asset, peggio ancora in titoli di un unico emittente, espone l’utente ad un maggiore rischio settoriale o di credito: investire in un ampio numero di titoli e asset, invece, consente di mitigare al meglio il concetto di rischio.

social network

I nuovi social network: chi sarà il prossimo Facebook?

La rivoluzione che ha condizionato la quotidianità di tutto il mondo negli ultimi anni è stata veramente massiccia e si potrebbe anche dire totalizzante. Non troppo tempo fa, sarebbe stato difficile se non impossibile ipotizzare un legame così stretto e forte tra la vita ordinaria, in ogni suo dettaglio, ed il mondo digitale.

Ormai qualsiasi aspetto, anche il più banale, di una normale giornata è profondamente connesso con il virtuale: a partire dalla vita privata fino a quella lavorativa. Il vero motore di questa rivoluzione sono senza dubbio stati i social network, con Facebook che è ormai da anni un simbolo di tutta la categoria. Certo ne esistono molti altri, a partire da quel WhatsApp ormai imprescindibile per la messaggistica istantanea, ma l’idea collegata al marchio Facebook è davvero omnicomprensiva.

La piattaforma in questione è però nata nel 2004, ed è stata il vero precursore di tutto il mondo di realtà virtuale nel quale oggi ci muoviamo. A partire da quell’anno, sono nate migliaia di altre app sullo stesso modello, con scopi anche ben precisi come per esempio tutti quegli appositi social network per fare web marketing. Ma quali sono i social media di nuova generazione che si candidano ad essere i nuovi Facebook?

Il nuovo Facebook: i migliori tre candidati e le caratteristiche

Partiamo da un importante presupposto: in questa analisi prendiamo in considerazione soltanto quei social media nati negli ultimi anni e che però potrebbero davvero, con il tempo, riuscire a ricevere il testimone dalla piattaforma fondata ad Harvard. Questo, per via del fatto che si inseriscono nella scia da esso tracciata.

È quindi un discorso relativo alle principali caratteristiche distintive di questi social, non ai trend di maggiore rilievo di questo 2020: un social come TikTok per esempio sta assolutamente spopolando a livello mondiale, ed ha ottenuto la copertina nel settore ormai da mesi, ma non può rientrare in questo elenco poiché a livello concettuale – e di conseguenza pratico – non è basato sulle stesse qualità e funzionalità.

Andiamo a vedere allora, seguendo i parametri appena descritti, quali possono essere i principali candidati a prendere il posto di Facebook in un futuro prossimo. Uno dei più importanti è di certo rappresentato dalla piattaforma Diaspora, che sembra seguire proprio il modello lanciato dal guru del settore ma andando a costituirne un’alternativa decentrata. Che cosa significa? Che questo social network è in realtà una piattaforma, costituita a sua volta da vari network differenti.

Proprio questa sua infrastruttura decentrata permette però a Diaspora di offrire una qualità ed un’attenzione molto elevate per quel che riguarda la protezione dei dati. Al momento, questo social vanta circa 50 mila utenti attivi: numeri certamente da migliorare per poter provare a competere con il colosso del settore.

Diverso e molto particolare il discorso relativo ad Ello, altro competitor che però ha deciso fin dalla sua fondazione – avvenuta nel 2012 – di puntare su una caratteristica distintiva molto rara al giorno d’oggi: la volontà di essere un social network totalmente privo di pubblicità. Al di là dell’aspetto collegato alla “noia” che gli utenti possono provare nel trovarsi di fronte continue inserzioni, questo ha delle conseguenze anche a livello pratico: Ello non permette infatti la trasmissione degli utenti per fini pubblicitari, e dunque rinuncia di fatto alle pubblicità personalizzate. Tuttavia a questa rivoluzionaria piattaforma sembrano mancare delle funzionalità di base presenti invece su Facebook, che dovrebbero essere implementate.

Completa questo podio Vero, applicazione esistente già dal 2015 che tuttavia è divenuta popolare solo in tempi più recenti, arrivando a superare i 3 milioni di utenti registrati. Questa è forse l’alternativa ad oggi più concreta a Facebook, sia in termini numerici che di funzionalità, ma c’è un grosso punto interrogativo relativo all’affluenza futura. Il motivo di tale crescita esponenziale infatti è stata la possibilità temporanea di sottoscrivere abbonamenti gratuiti a vita. Vero però è nato come social network a pagamento, ed è destinato a tornare tale. Una caratteristica che potrebbe anche rappresentare un limite molto importante.

social

Marketing per studi legali: l’importanza dei social network

La strategia di comunicazione per un professionista deve essere sempre chiara in tutti i suoi aspetti. Per questo motivo è fondamentale mettere in atto tutte quelle possibilità per essere costantemente presenti anche su internet. La rete ha molte potenzialità che i professionisti possono sfruttare per ampliare il numero dei potenziali clienti interessati a determinati servizi. Anche uno studio legale può cercare di aumentare il numero dei clienti rivolgendosi al mondo della rete e lo può fare anche attraverso i social network. I social media oggi costituiscono uno strumento molto utilizzato da tantissimi utenti, che trascorrono diverse ore alla ricerca di informazioni online anche su queste piattaforme.

L’importanza dei social network per un professionista

Chi si rivolge agli esperti di marketing per uno studio legale, come il servizio offerto da PromozioneAvvocato.it, dovrebbe conoscere bene le enormi potenzialità della rete per la promozione e per la comunicazione. Infatti bisogna sapere che gli utenti possono arrivare a conoscere i servizi offerti da un professionista in differenti modi.

Sono numerosi i percorsi che gli utenti possono effettuare per soddisfare le loro necessità e per raggiungere facilmente i servizi offerti da un professionista, come un avvocato. I social network possono offrire questa opportunità, perché consentono di agire in modo diretto.

Inoltre il professionista può in modo semplice proporre i servizi che offre ad un pubblico molto ampio. Naturalmente alla base deve esserci una precisa strategia da portare avanti, perché non si può procedere in modo casuale.

Più elevata è la capacità di farsi conoscere dagli utenti di internet, magari sfruttando le possibilità di geolocalizzazione offerte dalla rete, maggiori saranno le opportunità per creare una comunicazione adeguata che può trasformarsi in un rapporto di tipo professionale.

Dopo la realizzazione di un sito internet, la presenza sui social network dovrebbe costituire un secondo passo fondamentale per un professionista.

I social network da usare per la promozione

Tra i social network che uno studio legale non può assolutamente trascurare c’è senza dubbio Facebook. Si tratta al momento della piattaforma social maggiormente utilizzata e per questo un professionista non può trascurare la sua presenza su questo social media.

Innanzitutto un professionista avvocato (ma questa è una regola che vale per qualsiasi professionista che vuole promuovere la propria attività anche attraverso internet) deve mettere a disposizione degli utenti una pagina personale di presentazione adeguata.

Si tratta di un vero e proprio profilo di tipo professionale, per il quale devi avere molta cura. In questa pagina devi cercare di fornire un’immagine molto precisa della tua attività, dal momento che il tuo profilo deve rassicurare gli utenti.

Devi essere consapevole anche della possibilità di utilizzare altri social network, come ad esempio LinkedIn. Si tratta di una piattaforma dedicata proprio a chi ha un’attività professionale o comunque un servizio online ottimo per coloro che vogliono avere un profilo a scopo lavorativo.

LinkedIn forse permetterà di raggiungere un numero più basso di utenti rispetto a quanto avviene attraverso Facebook, ma ti consente sicuramente di avere a che fare con un target più specifico, un pubblico di riferimento che potrebbe maggiormente essere alla ricerca di determinati servizi per rispondere alle necessità personali.

Ad esempio LinkedIn può essere la scelta giusta per un avvocato se il professionista si rivolge in particolare alle aziende o ad altri professionisti. Anche nel caso di LinkedIn bisognerebbe mettere in atto tutte le specifiche azioni per curare al meglio il profilo, anche nell’inserimento del curriculum personale.

In questo modo le persone che sono alla ricerca di un avvocato potranno entrare in contatto facilmente con un professionista e quest’ultimo può creare una vera e propria rete di contatti che può risultare utile per attuare una precisa strategia di marketing.

amalfi

Le meraviglie del Sud Italia

La ricchezza presente sul territorio italiano raggiunge davvero livelli elevatissimi, tanto da essere praticamente impareggiabile nel resto del mondo: a livello paesaggistico, urbanistico ed architettonico, con una sinfonia di questi tre elementi da togliere il fiato. Da Nord a Sud, l’Italia è piena di meraviglie che molto spesso nemmeno gli stessi abitanti della Penisola conoscono davvero a fondo.

Proviamo allora ad elencare e descrivere quali sono questi luoghi così belli, concentrandoci però soltanto su quelli presenti nell’area meridionale dello Stivale: dai posti più belli della Calabria alle incredibili bellezze delle isole, andiamo a vedere quali sono le principali meraviglie che caratterizzano il Sud Italia.

Cosa ammirare sulla terraferma

Cominciamo con quegli scorci caratteristici che possiamo trovare nell’entroterra del Sud Italia, oppure sulle sue bellissime coste. Come non citare infatti la straordinaria peculiarità di Matera? Con i suoi caratteristici sassi, che richiamano turisti da tutto il mondo ogni anno, è stato il primo sito nell’Italia meridionale a diventare Patrimonio dell’umanità UNESCO addirittura nel 1993.

Procedendo verso Sud potremo trovare un’incredibile serie di città o aree urbane che possono essere considerate delle vere e proprie perle sparse sul territorio: da Positano alla salentina purezza di Otranto, due luoghi che è davvero necessario visitare almeno una volta nella vita, passando per la caratteristica Grotta della Poesia in provincia di Lecce, una delle piscine naturali più belle e affascinanti d’Italia.

Per quanto riguarda il territorio della Campania, impossibile poi ignorare tutto il complesso che circonda la città di Caserta: dalla celebre Reggia con i suoi splendidi giardini inglesi, arrivando al borgo medievale di Casertavecchia alle pendici dei monti Tifatini. Altro Patrimonio dell’umanità UNESCO, ma a partire dal 1996, è invece Alberobello sul territorio pugliese: rinomato in tutto il mondo per i suoi caratteristici trulli, oltre 400, è un altro di quei luoghi che ci lascerà senza fiato, immersi in profonde riflessioni, non appena lo vedremo.

Passando invece alle coste, anche in questo caso il Sud Italia presenta davvero una ricchezza incredibile ed ha veramente poco da invidiare ai lidi considerati come i più belli del pianeta: possiamo tornare in Campania per apprezzare appieno la Costiera Amalfitana, che si estende proprio da Positano sino a Vietri. Un paradiso naturale forse più rinomato rispetto ad altri, che restano comunque di una bellezza rara: dalla Costa degli Dei in Calabria – tra Nicotera e Pizzo – fino alla spiaggia di Arcomagno in provincia di Cosenza.

Le meraviglie delle isole

Non sono da meno anche gli scenari offerti invece dalle innumerevoli isole presenti lungo le coste del Sud Italia: non soltanto, ovviamente, la Sicilia che resta capace di regalare emozioni uniche ai suoi visitatori con la sua rara bellezza e spontaneità. Proprio attorno alla Sicilia però, non sono da dimenticare tutte le Isole Eolie e l’incredibile emozione che possono regalare ai visitatori: Lipari, Salina, Vulcano, Alicudi, Filicudi, Panarea, Stromboli. Quest’ultima, che presenta anche l’omonimo vulcano attivo.

Risalendo però, e fermandoci di fronte alla costa campana, ecco che troveremo altri due veri e propri gioielli della natura italiana: da una parte Capri, dall’altra Ischia. Entrambe ormai associate alla vita costosa ed al lusso, presentano incredibili paesaggi dal punto di vista panoramico. Se Capri è più esclusiva, non mancano ad Ischia le possibilità turistiche attraverso le quali poter godere di un mare così limpido.

Per quanto riguarda la meravigliosa Capri, incastonata nel Golfo di Napoli, è certamente una meta ideale per una visita anche breve essendo così vicina sia al capoluogo campano che a Sorrento. Inoltre, sul suo esiguo territorio presenta anche la Grotta Azzurra: una cavità carsica sul versante nord-occidentale dell’isola, che non tutti conoscono e che invece è di una bellezza rara.

macchina laser

Macchine laser: cosa sono e i vantaggi

In un commercio online sempre più sviluppato, negli ultimi anni sta prendendo molto piede il campo della personalizzazione. Oggetti sempre più personalizzati, a misura di cliente, sono infatti tra i più desiderati. Già alcuni e-commerce permettevano ad esempio di acquistare T-Shirt di marca con stampe personalizzate: l’evoluzione dei grandi marchi negli ultimi anni invece ha portato alla personalizzazione di prodotti sempre più di nicchia.

Per fare un esempio Oakley, marchio specializzato negli occhiali da sole, permette da qualche tempo agli utenti di poter incidere sulle lenti o nelle aste un piccolo disegno o una sigla, per rendere unico il prodotto. La personalizzazione dunque è oggigiorno molto richiesta e le piccole e medie imprese si stanno attrezzando per fornire ai loro clienti questo servizio. Ciò si può fare nella maggior parte dei casi tramite l’incisione laser, effettuata da opportune macchine predisposte al taglio. Se siete desideri di avere più informazioni a riguardo e capire come acquistare una macchina laser online, continuate la lettura.

Cosa si può incidere con le macchine laser

L’incisione laser viene effettuata da delle macchine specifiche che grazie al CO2 ed un laser infrarosso riescono a bruciare con precisione le superfici, in modo tale da creare disegni. Alla base del funzionamento ci sta un progetto, realizzato tramite programmi di grafica, che trasmettono poi le informazioni allo strumento, il quale taglia il materiale. A seconda della potenza del laser e alla sua precisione è possibile tagliare diversi tipi di materiali, da quelli più malleabili a quelli più duri, come il ferro. Dunque a seconda del tipo di materiale occorrerà un diverso tipo di incisore. Online è possibile farsi un’idea degli utilizzi delle laser cut, dei prezzi e delle configurazioni. A seconda dei materiali che si vogliono incidere occorrerà scegliere un macchinario rispetto ad un altro, con costi iniziali e di manutenzione variabili.

Dove si comprano le macchine laser e quanto costano

Se si ha in programma di voler creare una serie di gadget personalizzati oppure si vuole cominciare ad offrire ai propri clienti un servizio di personalizzazione prodotto, allora è l’ora di valutare l’acquisto di una macchina laser. Se parliamo di lavorazioni una tantum, allora acquistare una macchina potrebbe essere meno conveniente che acquistare le customizzazioni da una ditta specializzata, che si occuperà del disegno, del taglio e della spedizione.

Se invece pensate di dover lavorare con le personalizzazioni oppure di creare gadget in serie per voi o per i vostri clienti, allora potete optare per l’acquisto di una macchina laser. I prezzi variano da 400/500€ per le più economiche, fino alle 3000€ euro per quelle più avanzate. Per tagli professionali su materiali come ferro o vetro, occorreranno macchine professionali che costano decine di migliaia di euro. Basterà sfogliare siti web specializzati nella vendita di macchine laser online per farsi un’idea più dettagliata su funzionalità e costi.

inchiostri cartucce

Le stampanti e i consumabili: come bisogna scegliere?

La sostituzione dei consumabili per le stampanti pone sempre diversi interrogativi, tanto in termini di costo quanto in ragione del livello qualitativo o delle performance assicurate dalle periferiche.

I consumabili per le stampanti: tutti i tipi disponibili

Le periferiche di stampa laser, a getto d’inchiostro o ad aghi – per quanto possano sembrare superate, in alcuni ambiti sono ancora utilizzate regolarmente – implicano l’acquisto regolare di toner e cartucce, proprio perché a cadenza regolare questi consumabili si esauriscono. Tuttavia, scegliere di acquistare gli inchiostri per le cartucce ricaricabili per le stampanti Epson oppure dei toner originali, è una questione che implica tutta una serie di considerazioni ben precise, tenendo conto per esempio della convenienza, o ancora, dell’affidabilità e della qualità assicurate dai rispettivi prodotti.

Non bisogna del resto dimenticarsi di considerare attentamente quelle che sono le peculiarità di ogni consumabile: i toner per le stampanti laser, ad esempio, hanno indubbiamente un prezzo di acquisto che risulta essere sensibilmente superiore rispetto a quello di una semplice cartuccia di inchiostro nero. Però, allo stesso momento, non si può negare il fatto che questo consumabile ha una durata nettamente più lunga rispetto ad una cartuccia per una macchina inkjet, e questo aspetto non si può non considerare attentamente, anche in termini di quantità di pagine stampate e di autonomia di stampa.

La domanda, in questo senso, può quindi essere incentrata sulla tipologia di consumabile che si potrebbe preferire comprare: a questo proposito, potrebbe essere meglio scegliere un prodotto originale, oppure, uno compatibile o uno rigenerato? Ad un quesito di questo genere si può rispondere in modo differente, anche a seconda delle proprie esigenze o preferenze: ma in ogni caso, è sempre bene fare una valutazione puntuale dei punti a favore – o a sfavore – di un certo genere di scelta rispetto ad un altro.

Le cartucce originali sono sempre la scelta ideale?

Se voleste assolutamente utilizzare la vostra periferica di stampa senza alcun tipo di problema, fosse anche teorico – come per esempio un eventuale mancato riconoscimento del consumabile da parte del device – allora probabilmente potreste pensare che le cartucce originali rappresentino sempre e comunque la migliore scelta da fare per i vostri acquisti. Progettate e prodotte direttamente dallo stesso fornitore della periferica di stampa, pensate per assicurare in questo senso un servizio di alta qualità e sempre affidabile, queste cartucce sono spesso preferite da coloro i quali non vogliono nemmeno immaginare di avere dei problemi di compatibilità tra consumabile e hardware.

In caso di malfunzionamenti, d’altro canto, la garanzia di assenza di difetti di fabbricazione assicura la sostituzione del consumabile senza troppe difficoltà: ed anche questo aspetto gioca un ruolo importante, nella scelta delle cartucce o dei toner da utilizzare per le apparecchiature di stampa in ufficio. La riproduzione fedele dei colori – assicurata da inchiostri o polveri di alta qualità – è spesso un’altra motivazione in base alla quale si decide di acquistare un prodotto consumabile originale anziché uno compatibile o rigenerato, soprattutto in ambito professionale: tuttavia, anche la differenza in termini di costo è un argomento che non può non essere considerato attentamente.

I consumabili rigenerati o consumabili: quali sono i migliori?

Gli utenti che non hanno esigenze particolarmente elevati in termini di riproduzione cromatica assolutamente perfetta o, ancora, che sono pronti a sacrificare una seppure quasi impercettibile differenza in termini qualitativi della stampa in nome di una maggiore convenienza, spesso, potrebbero scegliere di comprare dei consumabili compatibili o rigenerati per le proprie stampanti. La prima tipologia di cartucce e toner si contraddistingue per assicurare un buon compromesso tra qualità e prezzo: questi consumabili prodotti da terze parti, solitamente, andrebbero scelti valutando bene le garanzie offerte dai singoli brand relativamente ad eventuali difficoltà nel riconoscimento della cartuccia dalla periferica di stampa.

I toner e le cartucce rigenerati, invece, sono spesso una soluzione ecologica e conveniente per mantenere stampanti laser e inkjet perfettamente funzionanti: anche in questo caso, è importante scegliere un fornitore che possa offrire delle garanzie di un certo tipo circa l’effettiva usabilità di questi prodotti sulle vostre periferiche di stampa.

crema biologica antirughe

Le regole per avere una pelle impeccabile

Se vi state chiedendo quali possano essere gli stratagemmi da attuare per avere una bella pelle, vi suggeriamo di fissare in mente i consigli che vi daremo oggi.

Fate attenzione al vostro tipo di pelle

Alcune delle nostre abitudini quotidiane possono aiutarci ad ottenere un incarnato più curato, morbido e lucente: ricordatevi, quindi, che sarà necessario scegliere trattamenti specifici con grande attenzione, giacché ogni tipo di pelle ha bisogno di cure specifiche. Dunque, se vi capita spesso di chiedervi come usare la crema biologica antirughe naturale, non preoccupatevi, perché la prima cosa da sapere riguarda proprio la vostra pelle: se avete una pelle grassa, difatti, non potrete prendere in considerazione un prodotto suggerito per la pelle secca.

Ricordatevi, inoltre, di fare particolare attenzione alle differenti aree del viso: ad esempio, se avete una zona particolarmente fragile o che tende con estrema facilità a diventare rossa, dovrete selezionare un prodotto che sia idoneo soprattutto alla pelle sensibile. Ricordate, inoltre, che la zona della bocca così come quella degli occhi sono differenti, poiché la pelle in questa zona è sicuramente più sottile e delicata: proprio per questo sarà necessario eseguire una skincare con prodotto che sono da utilizzarsi esclusivamente in quelle aree del viso.

La zona occhi ha bisogno di una cura particolare

Come abbiamo appena accennato, una semplice crema per il viso non è in grado di soddisfare tutte le necessità della pelle, anche perché vi sono aree differenti dove non è possibile stendere lo stesso prodotto. Uno di questi è sicuramente il contorno occhi: per chi non lo sapesse, difatti, questa zona del viso si contraddistingue per essere addirittura 10 volte più sottile rispetto alla pelle restante del viso.

Di conseguenza, quando ce ne prendiamo cura, è fondamentale farlo con un prodotto specificamente formulato per la suddetta area, sia per quanto riguarda la skincare sia per quanto riguarda il trucco. Utilizzando dei prodotti che non sono stati studiati proprio per questa zona, potremmo mettere in pericolo la nostra pelle, andando incontro a irritazioni o, peggio ancora, a delle allergie.

Pulire ed esfoliare correttamente la pelle

Un’altra fase davvero molto importante per la cura della pelle riguarda la pulizia: quante volte vi è successo di andare a letto con il trucco ancora indosso? Ecco, questa è una delle cose più pericolose e dannose da non fare, poiché in questo modo si rischia di compromettere la salute della nostra pelle. In particolare, vi suggeriamo di lavare ogni sera il volto con dei detergenti studiati proprio per la rimozione del make-up, ma anche di tutto lo smog e lo sporco che si possono accumulare quotidianamente per la strada. Inoltre, almeno una o due volte a settimana è necessario occuparsi della cute effettuando una bella esfoliazione, così da pulire i pori della cute in profondità.

Infine, altro passo assai importante è l’idratazione: una volta terminate le fasi precedenti, applicate con un dischetto di cotone un tonico che riequilibrerà il vostro pH della pelle e, dopodiché, applicata la vostra crema idratante. Vi suggeriamo, pure, di ricorrere di tanto in tanto alle maschere: in commercio esistono sia quelle in stoffa sia quelle che si possono applicare e stendere sulla pelle con estrema facilità. In entrambi i casi, potrete trovare maschere per soddisfare differenti necessità, da quella idratante sino all’illuminante, passando per la maschera depurante.

Solo in questa maniera potrete dire di esservi presi correttamente cura della vostra pelle, con una skincare studiata proprio per il vostro tipo di pelle: non vi rimane che andare nei negozi di vostra fiducia e scegliere con estrema attenzione il prodotto di cui la vostra pelle ha necessità per sentirsi bella, sana e luminosa.

affitti-sul-mare-nel-Salento

Vivere delle splendide vacanze in Salento con la famiglia

Il Salento è una meta di vacanza capace di regalare emozioni indimenticabili: in tantissime località, c’è tutto il necessario per trascorrere delle ferie in famiglia all’insegna di relax e divertimento.

Le vacanze al mare in Salento con la famiglia

Con i suoi litorali adriatico e ionico ricchi di località pittoreschi e veri e propri luoghi dell’anima, il Salento è indubbiamente uno dei luoghi più affascinanti della Puglia, una penisola straordinaria in cui il cielo tocca il mare – e viceversa – regalando al villeggiante la sensazione di essere fuori del mondo. Meta gettonata da parte di tantissimi turisti, questa regione italiana è comunque una location turistica accessibile, grazie anche ad una vasta offerta di proposte di affitti sul mare nel Salento che possono soddisfare le esigenze di tutti i vacanzieri: dalle coppie in cerca di intimità e romanticismo, passando per i gruppi di amici che desiderano lasciarsi alle spalle lo stress della vita quotidiana, per giungere fino alle famiglie, questa penisola offre davvero tutto il necessario per sentirsi a casa e rilassarsi alla grande.

Con tutte le sue destinazioni di mare – contraddistinte dalla bellezza unica delle acque – e le mete dell’entroterra, il Salento è una meta in cui è possibile coniugare però non solo il piacere di concedersi indimenticabili giornate al mare, bensì, mette a disposizione anche tanti spunti utili per trascorrere delle ferie alla scoperta di luoghi ricchi di storia, cultura, arte, architettura ed enogastronomia.

Se doveste scegliere la destinazione delle vostre vacanze, sapendo che ci sono tantissime località contraddistinte da una bellezza unica, potreste avere un vero e proprio imbarazzo della scelta? Possiamo capirvi: e nel prossimo paragrafo, citando alcune delle location più interessanti di questa penisola, confermeremo i vostri dubbi: è un compito arduo optare per una meta anziché l’altra!

Le località salentine più belle per tutta la famiglia

Partendo dal presupposto che desideriate trovare tanto relax sia per voi, la vostra dolce metà e i vostri figli, ci teniamo a sottolineare quanto il mare del Salento possa essere ideale per riposarsi lontano dallo stress quotidiano, ricordandovi che ci sono località adriatiche e ioniche molto interessanti e diversissime tra di loro, proprio in ragione del diverso profilo geologico delle due coste. Il Salento adriatico è particolarmente selvaggio e roccioso, ed offre scenari di una bellezza unica e molto differente, come per esempio, le località di San Cataldo, San Foca, Torre dell’Orso, Otranto, Santa Cesarea Terme e Castro, le quali sono particolarmente indicate per coloro i quali vogliano concedersi giornate di mare con tutta la famiglia.

Se preferiste invece i luoghi tipici di un litorale sabbioso, più dolce, dove le dune si sposano alla macchia mediterranea, allora potreste prediligere il soggiorno in location come Pescoluse, Torre San Giovanni, Torre Suda, Punta della Suina, Gallipoli, Porto Selvaggio, Porto Cesareo, Torre Lapillo o Punta Prosciutto, le quali sono ben rappresentative dello scenario splendido dello Ionio. Dopo aver preso nota di questi nomi ed aver individuato il posto ideale per le vostre ferie, ora dovreste anche valutare bene quale sia la miglior accomodation per voi e la famiglia.

La migliore sistemazione per grandi e piccini

Se desiderate vivere le ferie in funzione delle vostre esigenze, organizzando ogni aspetto in completa autonomia, senza dover assecondare gli orari e le regole delle strutture ricettive, allora, vi suggeriamo di non prendere in considerazione alberghi, villaggi turistici et similia: il vostro soggiorno potrebbe essere un’esperienza a dir poco frustrante.

Se voleste al contrario rilassarsi senza dover badare ad alcunché, probabilmente, le case di vacanza potrebbero porvi qualche problema di troppo durante le vacanze, giacché dovreste pensare voi a tutto quanto, sin dalla pulizia fino ai pasti, passando per l’organizzazione di attività ricreative ideali anche per i vostri figli. Una volta individuato il vostro modello ideale di ferie, sarà anche più facile stabilire quale sia il miglior alloggio nel quale soggiornare per le vacanze nel Salento.

le-tante-offerte-di-villaggi-in-calabria

Alla scoperta dei luoghi più belli della Calabria

Pianificando le vacanze con largo anticipo è possibile trovare meravigliosi posti da visitare durante le proprie ferie: oggi vi daremo qualche dritta per che cosa vedere in questa regione del sud Italia.

Organizzare le vacanze estive in Calabria

Sono tante le famiglie che organizzano le proprie vacanze estive in anticipo e, proprio questa tattica, consente loro di trovare tutti quei luoghi incantevoli, dove potersi rilassare lontano dallo stress cittadino e dalla monotonia della vita di tutti i giorni. Se anche voi quest’anno avete deciso di organizzare con largo anticipo le ferie al mare e volete approfittare per trovare ottime occasioni non vi resta che guardare le tante offerte di villaggi in Calabria.

Questa regione del meridione è conosciuta soprattutto per il suo splendido mare, dove ogni anno vi si recano tante persone: proprio qui, difatti, avrete la possibilità di vedere meravigliosi scorsi e luoghi incontaminati. Naturalmente, sarà importante selezionare anche un’abitazione o una casa dove si potrà trascorrere il proprio tempo tranquillamente, parcheggiando pure l’auto con estrema facilità. In questo modo, oltre ad avere tutti i confort del caso a vostra disposizione, potrete approfittarne per spostarvi verso le mete di vostro interesse con maggiore facilità.

Le spiagge della Calabria da visitare almeno una volta

Iniziamo parlando dapprima delle spiagge più belle che possiamo trovare proprio qui in Calabria e che sarebbero assolutamente da vedere, visto che si presentano con un mare cristallino in cui nuotare per svariante ore. Come saprete bene, la Calabria si snoda per quasi 800 chilometri di costa che si affacciano sul Mar Ionio e Tirreno. Il primo luogo da vedere è Grotticelle, dove si possono notare splendidi giochi di colori tra l’azzurro del cielo, il blu del mare e il verde della vegetazione mediterranea.

Spostandoci verso Chianalea di Scilla, poi, potrete trovare una piccola Venezia, contraddistinta da casette di pescatori arrampicate sulla roccia. Qui potrete rilassarvi direttamente in spiaggia oppure andare a vedere il castello dei Ruffo. Spostiamoci poi a marina dell’Isola, uno dei posti più apprezzati da chi viene in vacanza in Calabria: qui potrete rilassarvi sentendovi come se fosse in una spiaggia tropicale. Verso il golfo di Policastro, poi, troviamo la spiaggia di San Nicola Arcella che è bagnata dal Mar Tirreno.

Infine, citiamo anche Soverato che è nota a tutti come la perla del mar Ionio: si tratta sicuramente di una spiaggia presa in considerazione da tante persone poiché è una delle più movimentate durante l’intera giornata.

La Calabria in tavola: tutte le leccornie da provare

Naturalmente, quando sarete in vacanza in Calabria, non potrete neppure fare a meno di concedervi qualche prelibatezza della tavola calabrese: a tal proposito, quindi, vi citeremo alcuni dei piatti e bevande più gustose che potrete provare personalmente. Iniziamo parlando della gassosa al caffè, una bevanda che generalmente è chiamata proprio con il nome del marchio, Brasilena.

Si tratta di una proposta tipica delle province di Catanzaro, Reggio Calabria e Cosenza. A Crotone, poi, per l’aperitivo si potranno provare i crostini di pitta – pane calabrese – con le sardelle ovvero i bianchetti che sono delle sardine condite con peperoncino e finocchietto selvatico. Passiamo poi al morzello detto “u morzeddhu” che si presenta come un panino ripieno di trippa e frattaglie di bovino, cotte nel sugo di pomodoro piccante.

Un altro piatto tipico è quello delle polpette fritte con carne e melanzane che potrete assaporarle una dopo l’altra durante la cena. Se avete uno stomaco forte, però, potrete anche provare i cosiddetti pichi chini cioè i peperoni ripieni di Reggio Calabria: la versione tradizionale prevede uova, pangrattato, formaggio e prezzemolo, anche se in alcuni casi si possono aggiungere pure ripieni di carne con provola. Queste sono solo alcuni dei piatti che potrete assaporare durante il vostro momento di relax in Calabria. Non vi resta che partire!

sardegna

Viaggio in Sardegna: ecco perché conviene

Molti turisti e vacanzieri italiani tendono a prenotare viaggi all’estero trascurando le bellezze che abbiamo dalle nostre parti. Tra queste zone meravigliose che meritano di essere vissute almeno una volta nella vita c’è la Sardegna, considerata una tra le più belle mete in Italia per l’estate. Ma perché conviene fare un viaggio verso l’isola del sud? Scopriamo lo insieme.

La bellezza delle spiagge

Non nascondiamoci dietro a mille scuse: la costa sarda vanta delle spiagge meravigliose, con un mare splendido e una sabbia cristallina. Diciamo pure che forse le spiagge della Sardegna sono tra le più belle al mondo. La sabbia è bianca, l’acqua pulita e trasparente. L’organizzazione degli stabilimenti balneari poi rende la vacanza ancora più sensazionale, che permette ai turisti di non sentire la mancanza delle mete turistiche estere.

Vogliamo fare un elenco delle spiagge della Sardegna più belle? Nonostante siano tutte meritevoli di nota, tra le più belle vale la pena ricordare quella della Pelosa a Sassari o quella dello Scoglio di Peppino a Cagliari. Non dimentichiamo poi anche Porto Giunco, Cala Brandichi e la famosissima spiaggia rosa dei Budelli. La scelta è a dir poco variegata e illimitata: ognuna di queste spiagge, e tante altre, offrono una vista mozzafiato, e un andamento della vacanza a dir poco paradisiaco.

Le offerte per i turisti

Il fatto che la Sardegna vanti certe bellezze dalla sua parte, spinge anche chi lavora nel settore turistico ad organizzarsi sempre nel migliore dei modi, per offrire ai vacanzieri un soggiorno indimenticabile. Se intendi fare una vacanza del relax, ci sono strutture preposte a questo. Così come se intendi fare una vacanza culturale, potrai regalarti dei tour in giro per l’isola.

Gli amanti del divertimento invece avranno dalla loro parte una movida notturna che fa un baffo ad Ibiza, con locali e discoteche pronte a dare ai più giovani lo sprint che cercano. Se invece non vuoi rinunciare allo sport, ci sono sentieri dedicati agli amanti di mountain bike, trekking, senza tralasciare le gite in canoa e le lunghe nuotate, ovviamente a mare.

Una natura incontaminata

Chi ha visitato almeno una volta la Sardegna sa che qui il paesaggio naturale viene preservato da ogni tipo di contaminazione. Ragione per cui ti ritroverai catapultato in una vera e propria oasi del pulito, circondata dalla natura selvaggia.

Non a caso qui ci sono molte riserve naturali, custodite gelosamente dai cittadini del posto. Basti pensare alla riserva di Capo Caccia ad Alghero, o anche famosa Isola dell’Asinara. Sono località molto ambite dai turisti, che si recano in loco soprattutto per fare immersioni in grado di attirare l’attenzione degli appassionati di snorkeling di tutto il mondo. Non dimentichiamo inoltre che in zona c’è pure l’entroterra, ancora nel pieno della sua naturalità, e che smuove l’attenzione degli spiriti più avventurosi.

Quando andare in Sardegna?

In linea di massima parliamo di una località che può essere visitata tanto nei mesi estivi (quindi nel clou del turismo) tanto in primavera e in autunno. Questo perché, come abbiamo già avuto modo di ricordare le strutture preposte al turismo offrono la possibilità al vacanziere di dedicarsi a numerose attività, che non devono per forza essere legate alla balneazione.

C’è poi anche da dire che l’isola è ben collegata a tante altre località italiane. I traghetti per la Sardegna si dirigono verso tante altre città importanti italiane, come anche Genova, Savona, Civitavecchia, Piombino, Palermo. In particolare nel periodo estivo, quando le compagnie aeree bombano i prezzi, il traghetto diventa infatti l’alternativa perfetta in termini di economia e praticità.

Questo vuol dire che in un verso o nell’altro, la Sardegna merita di essere vissuta a pieno. Per fodere delle meraviglie che la natura offre, non si deve andare per forza oltreoceano. In fondo l’Italia è meta ambita dai turisti stranieri: quello che dobbiamo fare è imparare ad apprezzarla prima noi del posto.